Roma - Via Mariano Fortuny 20 - 00196 - Tel.: 06/326871
E-mail: info@scuolainfattoria.it

 

Il Progetto

Protocollo d'Intesa con il  Ministero della Pubblica Istruzione

Il Testimonial
 I Principi album fotografico I Requisiti di qualità   
schede di adesione La Rete delle Aziende I bambini raccontano

 

 

IL PROGETTO

Il progetto “Scuola in Fattoria” concepito dalla Confederazione Italiana Agricoltori ha lo scopo di promuovere l’incontro delle giovani e giovanissime generazioni con il mondo agricolo, con la sua storia e con la sua cultura. 

Alcune ricerche hanno evidenziato ciò che si avverte e percepisce in tanti discorsi: l’esistenza di una macroscopica frattura tra le giovani generazioni ed il mondo agricolo. Una frattura dovuta sia a motivi di ordine psico-sociologico, ma soprattutto all’assenza di conoscenza. 

Moltissimi cittadini hanno infatti un’immagine del mondo agricolo che si ispira a concetti bucolici o, per converso, alla fatica ed al sudore. Ma questi concetti, se pur presenti, sono parte di una realtà molto più ricca e capace di suscitare fantasia e creatività semplicemente attraverso i miracoli della natura; una realtà capace di stimolare la vivificazione dei sensi sempre più costretti altrimenti all’atrofia dall’omologazione dei comportamenti e degli input comunicativi. 

L’agricoltura è oggi, una realtà in cui è ancora l’uomo il soggetto, l’attore principale capace di mettere in armonia scienza ed empirismo, formule e conoscenze di antica esperienza. E’ per questo che abbiamo voluto costruire la Rete Nazionale “Scuola in Fattoria”: una selezione di aziende agricole in grado, per strutture ed attitudini, di accogliere scolaresche, offrendo loro l’opportunità di conoscere la storia e la cultura del mondo agricolo, di scoprire l’origine degli alimenti, la vita delle piante e degli animali, di verificare gli aspetti particolari e generali dei rapporti tra uomo, ambiente e mondo rurale. 

Figura centrale di tutto il progetto è l’agricoltore, con la sua esperienza, con la sua cultura. 

Attraverso una carta di qualità, opportunamente rigorosa, e attraverso le periodiche visite dei nostri funzionari, le aziende garantiscono servizi e requisiti idonei a questa valenza “didattica”. 

Gli stessi servizi e requisiti che, insieme alla determinazione ad aprire al mondo della scuola la realtà agricola, senza mediazioni e senza certi mistificanti messaggi pubblicitari, hanno costituito le premesse qualificanti per la stipula di un Protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Istruzione e la nostra Organizzazione (il protocollo può essere scaricato dal sito www.scuolainfattoria.it).

Conoscere questo mondo, vedere, ascoltare, odorare, gustare e toccare è per le nuove generazioni scoperta di un mondo nuovo, è didattica sul “campo”, perché come scrive A.de Saint Exupery ne “Il piccolo principe” «ad un certo momento si trova nel pianeta del Geografo che non aveva mai visto veramente il territorio che disegnava nelle sue mappe – la mappa è o non è il territorio? – perché riteneva che i Geografi fossero troppo importanti per andare in giro a perdere il proprio tempo»

A questa nuova “didattica” i responsabili delle nostre aziende presenti nel sito danno tutta la loro disponibilità, aprendo i loro campi, le strutture, i luoghi di trasformazione degli alimenti, condividendo il loro tempo e le loro esperienze. In un mondo che si chiude tra i labirinti degli egoismi e le trappole degli interessi, questo nostro mondo agricolo si apre a trasmettere conoscenza e storia, in una sorta di conservazione generazionale delle radici della nostra società.